News

Tutto quello che c’è da sapere per solcare i mari!
Pubblicata il 19-09-2019

Per gran parte dei diportisti stagionali la barca è il passatempo preferito dell’estate. Per questo motivo, durante l’inverno, molte delle imbarcazioni che nei mesi più caldi si vedono solcare specchi d’acqua dolce e salata, trascorrono il loro tempo in letargo, ormeggiate in banchina o parcheggiate su un carrello in rimessaggio.

Ed è proprio quando si toglie la coperta invernale che arriva il momento di stilare una lista di interventi da effettuare prima di riprendere a navigare. Mentre per alcuni sarà necessario richiedere l’aiuto dell’esperto, come nel caso del controllo dei motori, un salto sotto coperta sarà utile a farvi un’idea generale degli interventi necessari.

Ma prima di iniziare, procedete lavando bene la vostra barca, questo vi permetterà poi di stilare una check list ordinata e razionale!

Il tubo YOYO: un aiuto insostituibile

Che si tratti di un gommone a motore o di una barca a vela, per la manutenzione del vostro natante da diporto tenete sempre a mente le regole per un buon lavaggio! Munitevi dunque di spugna, spazzolone e detergenti…e nella scelta dei prodotti non trascurate mai il rispetto dell’ambiente: scegliete detergenti a base naturale, che non inquinano l’ambiente e che preservano flora e fauna acquatica.

Considerate che un buon risciacquo risulta utile sia in fase preliminare che di mantenimento: un getto ad alta intensità aiuta infatti ad eliminare la sporcizia accumulata sullo scafo, in particolare alghe e muffa. Utilizzando il raccordo doppio maschio YOYO, potrete effettuare un veloce risciacquo anche in viaggio, per esempio quando siete ormeggiati al porto della vostra ultima destinazione.

In questa breve lista di lavori di manutenzione fai da te rientrano infine (laddove presenti) la manutenzione di tendalini, cuscineria e tele. Ovviamente, non bisogna tralasciare la manutenzione degli interni – tra cui cucinino, cuccette ed elementi in teak – dello scafo (tenendo conto delle differenze tra legno trattato, vetro resina o pvc come nel caso dei gommoni) e il controllo delle dotazioni di sicurezza, così come il controllo dei documenti e dei livelli motore.

Tenendo conto di queste semplici regole di manutenzione sarete pronti a levare l’ancora, tornando a salpare le onde a bordo di un mezzo resistente e sicuro!

#wateryourpassion